Skip to main content

Segnali dal cielo – Intro e Disclosure

Intanto è d’obbligo, prima di iniziare, un ringraziamento alla redazione e ai lettori di Argentario News. Sul nostro territorio mancava un portale che desse fiato a più trombe, senza strumentalizzare o mancare di obbiettività su tutto quello che riguarda gli abitanti dello scoglio… Bene. Quello di cui voglio parlare in questa rubrica non riguarderà i miei impegni politico-amministrativi di questi ultimi anni. Nè tanto meno le cose a cui sono più affezionato da molto più tempo, quali il palio e lo sport. Situazioni che mi hanno sempre visto in prima linea su diversi siti internet, sui giornali, sui periodici (vi ricordate la Gazzetta del Palio?).

La materia in questione ha sempre affascinato le masse e allo stesso tempo ha destato preoccupazioni, sberleffi, insicurezze, speranze: gli Ufo, gli alieni, Ovni, ET, chiamateli un po’ come volete…Sarà per l’avvicinarsi della fatidica data del 21 Dicembre 2012 che mi stimola a leggere e a conoscere, ma non nego che è da quando sono piccolo che la materia è sempre stata di mio interesse. E come con me, l’argomento tira parecchio tra tutti gli abitanti di questo pianeta, perchè alla domanda “chi siamo e da dove veniamo” ancora non è stata data una risposta.
In tv appena danno una notizia ai TG, o i programmi sul tema si alternano dalla Rai a Mediaset a Discovery, l’opinione pubblica non se ne perde una. E nell’era di internet e dei filmati facili con i cellulari, la scelta di cosa leggere o guardare è imbarazzante.
Come detto il 2012 sta arrivando, ma al Disclosure Project dicono che il 2010 rimarrà un anno storico. “Segnali dal cielo – Disclosure Project Argentario” è il titolo di questa rubrica. Cos’è il Disclosure Project? Molto semplice: è una corrente di pensiero, anzi per la precisione è un movimento che sta tentando di portare l’umanità alla rivelazione dell’esistenza degli alieni. Già un mese e mezzo fa sembrava che qualcosa di grosso sarebbe potuto accadere. Mister Obama il 27 Novembre scorso doveva fare questo fatidico annuncio all’umanità. Poi non è successo niente e decine di ipotesi si sono sollevate sul perchè questo non è avvenuto. Poi l’11 Dicembre il presidente americano si è recato ad Oslo per ritirare il Premio Nobel per la Pace. Il mondo degli scenziati, degli studiosi e soprattutto la gran massa dei comuni mortali che si dilettano nel controllare il cielo e il nostro pianeta, già si domandava cosa fosse la spirale apparsa due giorni prima sopra Tromsoe in Norvegia o la piramide (o meglio, il Tetraedro) sopra le cupole del Cremlino a Mosca. Oddio, fonti governative hanno già fatto il loro lavoro parlando di prove missilistiche russe sul Mar Baltico nel primo caso e di Blue Bean nel secondo. Peccato che mentre prima imboccavamo quello che ci davano i telegiornali, ora c’è qualcuno che dimostra il contrario.
Questi sono argomenti caldi di cui parleremo in seguito. Dico subito di non essere un grande appassionato di Giacobbo, presentatore di Voyager, o di Ruggeri antagonista Mediaset con Misteri (anche perchè di Relais Le Chateau e del Sacro Graal, proprio non se ne pole più!). Stimola di più la rete, anche perchè scegli quello che vuoi, approfondendo e sviscerando molte tematiche. Seguo parecchi siti interessantissimi, forum con utenti preparati ed appassionati, video notiziari messicani, documentari in inglese mai visti in Italia, portali olandesi che ricostruiscono Crop Circles.
Proprio quest’ultimo argomento è quello che mi affascina di più. I cerchi nel grano saranno materia di discussione nel prossimo articolo. Vi racconterò il significato di quelli inglesi della stagione 2009. Sono tutti collegati e hanno un messaggio ben definito.
Oltre a questa rubrica sarà mia intenzione poter iniziare a fare degli incontri qua a Porto Santo Stefano. Sarebbe bello confrontarsi, parlare e magari cercare di dare delle risposte alle domande che ognuno di noi ha da una vita. Personalmente credo nell’esistenza degli alieni e se veramente si arrivasse ad un Disclosure, bisognerebbe affrontarlo già preparati. Perchè signori, qui si fa la storia dell’ umanità.

32 thoughts to “Segnali dal cielo – Intro e Disclosure”

  1. Assessore,allenatore,giocatore, ora pure ufologo! 😆 …Questa rubrica mi piace! Anche io credo nell’esistenza di altre forme di vita nello spazio,secondo me sarebbe presunzione pensare il contrario,data la vastità dell’universo e in confronto la poca distanza in cui l’uomo è riscito ad “indagare”.
    Aspetto notizie! 😀

  2. La teoria che sostengo è che gli UFO siano gli esseri umani del futuro. Queste sembianze un po’ strane perchè siamo noi che nell’avvenire abbiamo a che fare con le scorie e gli inquinamenti, e gli adattamenti ad un clima che col passare del tempo ci porterà a mutazione corporea… Perchè si manifestano… probabilmente in futuro avranno già sperimentato abbastanza bene e portato a buon fine (almeno spero) il processo spazio temporale con la teoria dei buchi neri (il famoso esperimento in svizzera)… Il perchè si stanno manifestando sempre più spesso? Forse devono cambiare qualcosa nel nostro processo evolutivo… forse saranno in missione per conto di loro e quindi noi stessi, cercando di risolvere magari un errore che la nostra umanità dovrà evitare in futuro e dove gli ufo pagheranno le loro conseguenze…

  3. io penso che se esistono degli esseri capaci di arrivare fin qui, da posti che noi non riusciamo a vedere nemmeno con sonde o apparecchiature, di certo viaggiano a velocità irrealizzabili per la tecnologia terrestre…
    quindi, proseguo con il mio pensiero, esseri così superiori rispetto a noi avrebbero il potere di annientarci o sottometterci in qualsiasi momento…e ammesso che non vogliano sfruttarci o farci del male, escludo categoricamente che possano avere interesse a intrattenere dei rapporti con noi terrestri, che, sempre per supposizioni e proporzioni, rispetto a loro siamo come scimpanzè!
    al di là della mia pseudo-teoria da barraccopoli 😛 , posso dire che l’argomento mi ha sempre affascinato, ma la mia vena razional-pessimista mi dice che se c’è qualcuno di superiore nell’universo, non verrà per salvarci il culo!…quindi pronti alla resistenza!ahahah! 😀

  4. hai ragione è vero che ci vedono come scimpanzè, e, come i migliori tra gli esseri umani, cercano di salvare questi “scimpanzè” dall’estinzione, anche solo per esperimento o per senso del rispetto della natura universale. E’ per questo che li chiamiamo Dio, Madonna, angeli, e chiamiamo miracoli le loro manifestazioni. come il disco solare mobile prima delle apparizioni a Fatima e Medjugorie per dirne una. Bella rubrica, mi piace. Piccolo spot: iscrivetevi al CUN e al SETI@home

  5. k21 interpretazione interessante…

    mi documenterò su questa teoria, ma così a pelle, da “ignorante” razionalista mi dichiaro non-credente! 😛
    fino a che non avrò manifestazioni plateali continuerò a credere nella volontà e nella coscienza degli uomini, unici responsabili del degrado terrestre e unici potenziali salvatori del proprio futuro.

  6. Beh….
    Sul fatto di cosa è successo 2010 anni fa, io ho una mia teoria. Magari non condivisibile, ma rispettabile. Vorrei mandare un tipo alla Mago Casanova 2010 anni fa (non voglio scomodare gente più brava di lui). Cosa penserebbero i trogloditi di quell’epoca? Per la cultura limitatissima di allora, una persona con delle capacità al di sopra della media sarebbe sempre spacciata per figlio di Dio. O parente stretto, insomma. Segnali di esseri “diversi” o di “oggetti volanti” inusuali sono disegnati dalla notte dei tempi. Addirittura in grotte abitate dagli esseri umani migliaia e migliai di anni fa. Quindi, tutto è possibile…..
    Sul fatto che ci vedano come scimpanzè… Io non parlerei neanche di sottomissione ne tantomeno di annientamento. Queste sono azioni che contraddistinguono gli abitanti di questo pianeta. Chi l’ha detto che altre forme di vita viaggiano sulla nostra stessa lunghezza d’onda degli umani nei gesti, nelle azioni, negli umori, nel nostro modo di essere razza umana. Noi non riusciamo a capire che cosa ci guadagnerebbero gli alieni ad “aiutarci” o meglio a darci speranze o chissà cosa. Cioè, cosa ci guadagnano? Se gli alieni fossimo noi, proprio nulla. Ma loro non ragionano e non pensano come noi. E se magari noi provenissimo dagli alieni? Se fossimo un loro prodotto portato qui su questo pianeta? Allora si che un intervento dall’alto sarebbe più che comprensibile. Non ci abbiamo mai pensato, ma noi potremmo essere un grande zoo o un grande laboratorio. Loro ci osservano e ci studiano. E noi? Noi non sappiamo di essere tali. Ci sentiamo liberi e li consideriamo “alieni” per l’appunto. Un virus creato in laboratorio se avesse occhi, orecchi, interazione tra gli altri virus, un cervello e una tecnologia che gli permettesse di vedere che più su di loro ci siamo noi uomini… Ci considerebbero “alieni”. Ma quegli alieni, sono proprio chi li ha prodotti……
    Così, semplicemente.

  7. O.T: Se dalle religioni imparassimo a prendere un pò di più il messaggio che ci mandano piuttosto che altro forse ci sarebbe anche meno radicalizzazione sull’argomento del post 😉

  8. purtroppo questa materia non è mai andata d’accordo con la religione… ed il progresso di oggi porta sempre a nuove ed entusiasmanti teorie sempre più minuziose… nonostante le religioni nel mondo offrano la possibilità di avere fede in una figura divina si trova spesso in conflitto con le teorie scientifiche su ufo ed esistenza umana… Però anche in questo caso esprimo la mia: che dopo vari rinascimenti, illuminismi, e rivoluzioni industriali siamo arrivati ad un punto che per quanto le teorie e i messaggi divini possano essere stati esaurienti fino a poco fa, penso sia riduttivo sostenerle ancora… Anche se la religione rimanga ancora emozionante come stimolo evocativo, penso che le teorie siano obsolete e incompatibili con la frenetica evoluzione odierna. Vorrei paragonare la cosa come se si utilizzassero solo le 4 operazioni in un contesto come la religione realizza con grande facilità trovando la soluzione dell’esistenza… in un epoca come questa dove tecnologia, genetica e quant’altro sono oramai le basi fondamentali del nostro progresso, l’uomo ha bisogno di rielaborare questo risultato cercando di aggiornarlo in equazioni sempre più complesse per trovare il risultato più perfetto anche se infinitamente inconcludente, al fine di “saziare” l’inarrestabile curiosità del micro/macrocosmo. In conclusione: il messaggio religioso crisitano: è efficace in quanto ai messaggi positivi, al volersi bene, pace e fratellanza, il rispetto e quant’altro novella la bibbia per dare un equilibrio morale mondiale, ma “ora come ora” 73 libri mi sembrano pochi per spiegare tutto il resto…

  9. Nel 2000 ancora si fa confusione tra scienza e religione. Sono due aspetti della vita umana completamente distinti. Certo l’uno deve fare i conti con l’altro però hanno funzioni differenti. La religione riguarda la sfera della morale e dell’etica, la scienza quello dello sviluppo e delle spiegazioni razionali. Mi è venuto da sorridere quando è stato detto che Dio e la Madonna fossero degli alieni perchè sembrava proprio il contenuto di una puntata di Giacobbo o Ruggieri: una ipotesi un po forsata. Del resto poi ognuno è libero di pensarla come vuole. Pensavo però come oggi sia più facile credere agli alieni che a Dio.
    Forse è perchè scoprire l’esistenza degli alieni potrebbe soddisfare la nostra conoscenza su qualcosa che è ignoto non sapendo quale sia il progetto che hanno in mente. Il progetto indicato dalle varie religioni, invece, è più o meno chiaro, sono soprattutto precetti morali per raggiungere la vita eterna. Oggi invece non abbiamo il coraggio di riconoscerci in essi e abbiamo paura di mettere in pratica un comportamento che segua delle “linee guida”.
    Volevo però tornare all’argomento del topic portando in evidenza un altro aspetto. L’uomo ha bisogno di avere delle certezze e si affida spesso in spiegazioni irrazionali qiali il consultare l’oroscopo, la magia, una visione forzata della religione (pensiamo ai telepredicatori) e forse in questo caso anche gli alieni. Ciò avviene soprattutto in periodi di grande incertezza per l’umanità come stiamo vivendo adesso.
    Io credo che esistano forme di vita non umane sconosciute, ma una volta accertato questo sinceramente non credo possa influenzare il mio modo di vivere.

  10. Noto che l’argomento suscita l’interesse di molti… bene bene. S’è posso dire la mia, in questo post si è fatta un pò di confusione… abbiamo un pò mixato le cose e per non essere lungo mi voglio esprimere solo a riguardo l’argomento del post.
    Su alieni e UFO, credo e spero in una qualche forma di vita aliena anche perchè essere consapevole di vivere nell’unico pianeta dell’ Universo dove la possibilità di vita esiste e allo stesso tempo aver ridotto la Terra ad un merdaio a causa di inquinamento eccetera, mi mette un pò d’angoscia. Però su questo sono un pò in disappunto con alcuni post precedenti, non mi immagino queste forme di vita degli alieni alla E.T. oppure come i “grigi”, (così credo vengano chiamati quelli “alieni” stile AREA 51 per intenderci), mi asetto più forme di vita basilari come organismi monocellulari o semplici pluricellulari, o anche perchè no, alghe o muffe.
    Sull’ “aspetto” di questi ipotetici alieni, da anni se ne sentono di tutte i colori e, da questo punto di vista dò molta colpa ai vari film di fantascienza che hanno contribuito in maniera decisiva a questa mania dell’alieno, anche perchè, e questo è un dato di fatto, prima dell’ avvento di cinema e televisione le storie di avvistamenti alieni erano un pò scarsine. Ad ingigantire la cosa hanno contribuito anche tutti quei vari segreti militari (vedasi appunto l’incidente di Roswell e l’area 51) che hanno spinto la popolazione a formulare le teorie più stravaganti.
    Quindi ricapitolando, credo si in qualche forma di vita extraterrestre, ma non mi aspetto che domattina alla porta invece del postino mi suoni E.T. per intenderci.

  11. UFO = Unknown flying object.
    UFO = oggetto volante non identificato.
    Al momento è solo questa la spiegazione, la connessione con forme di vita aliena è solo una possibilità. E ciò vale per ogni fatto non spiegabile.
    Per il resto “credere agli alieni” non è un atto di fede, è solo un ragionamento logico: nell’universo infinito possono esistere altre forme di vita inteligenti? In grado addirittura di raggiungerci?
    Beh, è dura quanto si vuole, ma la risposta è sì.

    L’aspetto religioso è altra cosa, quello attiene solo ed esclusiavamente all’uomo.

  12. Alieno: Raggiungo un pianeta a miliardi di anni luce di distanza che ospita una forma di vita che ha la coscienza di vivere nell’universo… faccio un cerchio nel grano e me ne rivado.
    😀

    Sul fatto che siano in grado di raggiungerci ci andrei cauto. Nella nostra realtà fisica a più di 299792458 m/s non ci vai.

  13. Haha sì in effetti appare assurdo! Però “universo infinito” vuol dire che tutte le possibilità sono realtà, quindi anche questa eventualità.

    I cerchi nel grano magari non sono opera loro…

    E magari la realtà fisica è solo una parte di una realtà ancora più grande… Fino a 150 anni fa lo spazio era solo un sogno per folli e guardaci adesso.
    Conosciamo comunque pochissimo.

  14. fermati o sole, disse giusuè nella bibbia e dio fece fermare il sole.
    per secoli ‘abbiamo’ creduto che fosse il sole a ruotare intorno alla terra. poi è arrivato galileo e la storia la sappiamo. il papa nel 68 ha fatto avviare la revisione del processo. poi giordano bruno. l’ho salutato ieri a campo dei fiori e ho pensato a questo articolo. lui l’aveva detto. infinità dell’universo e pluralità dei mondi.
    io non lo so se esistono gli alieni. finchè non vedo non credo. ma non escludo la possibilità. saremmo troppo ‘antropocentrici’ a pensare di esserci solo noi.
    ringrazio personalmente claudio per questa rubrica, perchè un po’ di interrogativi in più sulla nostra esistenza non fanno mai male.
    a voi altri dico grazie per gli spunti di riflessione e le (talvolta) bizzarre teorie

  15. A me per esempio non convince più la teoria dell’evoluzione di Darwin. Pensare che tutte le forme di vita sulla terra, con tutti i loro differenti meccanismi morfologici e biologici, provengano tutte da un unico organismo unicellulare, formatosi magicamente in chissà quale modo miliardi di anni fa, sembra come credere che i somari volano. Con questo non voglio dire che mi sembri più verosimile la creazione divina sostenuta dalle religioni ma molte teorie scientifiche a volte resistono solo perchè non se n’è ancora trovata una più valida.

  16. Al riguardo vi posto il testo di una canzone dei Bluvertigo (quando Morgan era ancora un artista serio 😥 ) che tratta l’argomento…

    Altre Forme di Vita:

    Un uomo intelligente
    Mettendosi gli occhiali
    Ha fatto distinzione
    Fra gli esseri animali
    E quelli vegetali

    In terza media scopro che i regni sono cinque
    Fatti a loro volta
    da generi molto diversi tra loro

    Se non esistessero i fiori, riusciresti a immaginarli?
    Se non esistessero i pesci, riusciresti a immaginarli?

    In altre zone di questo universo
    E’ facile da realizzare
    Esiste tutto ciò che io non riesco ancora ad immaginare

    E’
    Praticamente ovvio
    Che esistano altre forme di Vita

    E’
    Praticamente ovvio
    Che esistano altre forme di Vita

    Oggi ho fatto tardi
    Però mi sembra strano
    Che solamente noi
    Siamo stati generati dal caso
    Questo è un po’ egoista
    E poco fantasioso
    E forse un po’ cattolico
    Poco divertente
    Molto presuntuoso

    Se non ci fossero i funghi, riusciresti a immaginarli?
    Se non esistessero le alghe, riusciresti a immaginarle?

    Le stelle che riesco a vedere
    Sono una piccola percentuale
    Esiste tutto ciò che io non riesco ancora ad immaginare

    E’
    Praticamente ovvio
    Che esistano altre forme di Vita

    E’
    Praticamente ovvio
    Che esistano altre forme di Vita

    E’
    Praticamente ovvio
    Che esistano altre forme di Vita

    E’
    Praticamente ovvio
    Che esistano altre forme di Vita…

    Che figata quando uscì questo pezzo!!!!

  17. Ho passato un discreto e rispettabile lasso di tempo su internet fra youtube e wikipedia a cercare di approfondire le mie misere conoscenze (che misere sono rimaste dico umilmente 😛 ) sugli ufo, passando da testimonianze e supposizioni varie, e finendo alla teoria dei bambini indaco…sicuramente in quel materiale si possono trovare sia elementi veritieri sia elementi sostenuti forse con troppa audacia o fantasia…
    e riassumendo il tutto, ho trovato molti richiami ad alcune delle teorie esposte in diversi commenti precedenti…

    quindi penso: sicuramente è molto interessante dibattere sulla veridicità delle testimonianze, dei filmati, delle confessioni, degli studi e delle ricerche sulla possibile esistenza di esseri superiori di natura umana extraterrestre o spirituale (e il successo dell’articolo ne è testimonianza)…ma altrettanto e sicuramente utile sarebbe cercare di interpretare il messaggio che potrebbe celarsi dietro tutto ciò…

    potrebbe essere che tutti gli uomini debbano assolutamente cercare di prendere la consapevolezza che la pace, il rispetto, la solidarietà e in generale una condotta di vita amorevole verso il prossimo e verso tutto ciò che ci circonda rappresenta la vera salvezza e probabilmente l’unica soluzione ad ogni sorta di avvenimento negativo che può caratterizzare il futuro…(si pensi ad un miglior utilizzo delle risorse, ad una loro più equa allocazione, alla forza della solidarietà, al rispetto per l’ambiente, alla ricerca di una felicità e serenità reali, non dipendenti cioè dalla richhezza o dallo status sociale)
    in quest’ottica, sebbene sia esposta in maniera pallosamente riduttiva in rapporto alla grandezza dell’argomento, la soluzione potrebbe esserci…

    ancora potrebbe essere che le religioni istituzionalizzate o le altre forme di culto o ancora le pratiche spirituali, si siano espresse nel corso della storia dell’uomo in modi diversi, questo a causa del contesto culturale, temporale, tecnologico, ma abbiano sempre cercato di trasmettere i soliti precetti di amore, rispetto, solidarietà e buon operare…e penso sia chiaro a tutti che le cose stanno così.
    di conseguenza, nel corso della storia dell’uomo, chi ha interpretato alla lettera o ha strumentalizzato queste fonti per ottenere fini egoistici, ha contribuito alla degenerazione; c’è chi l’ha fatto e continua a farlo in misura più gravosa ed influente sui destini comuni, ma anche chi come ognuno di noi l’ha fatto in maniera più lieve, magari inconsapevolmente, poichè “traviato” e deviato dalla società o dalla troppa attenzione verso i beni materiali, o costretti dalla struttura stessa dell’organizzazione sociale (che quasi obbliga a pensare esclusivamente al bene personale, pena il mancato raggiungimento della sussistenza e di conseguenza il raggiungimento…della morte!)

  18. Io penso che un aspetto primario e forse fondante di questo nostro universo sia la relatività delle cose. In breve non penso che l’amore o la serenità o ancor più la gioia possano regnare assolute. Nemmeno sapremmo cos’è l’amore se non avessimo sperimentato e non sperimentassimo continuamente l’odio ( o qualcosa comunque che potessimo contrapporre all’amore), e così per la gioia e la tristezza, per la serenità e l’angoscia, per il buio e la luce, per l’alto e il basso, la salute e la malattia. All’interno di ognuno di noi c’è bontà e crudeltà, attenzione e disinteresse, sensibilità e cinismo, nascita e morte. E tutto questo è il bello e il brutto dell’esistenza

  19. [quote name=”snooparound”]Io penso che un aspetto primario e forse fondante di questo nostro universo sia la relatività delle cose. In breve non penso che l’amore o la serenità o ancor più la gioia possano regnare assolute. Nemmeno sapremmo cos’è l’amore se non avessimo sperimentato e non sperimentassimo continuamente l’odio ( o qualcosa comunque che potessimo contrapporre all’amore), e così per la gioia e la tristezza, per la serenità e l’angoscia, per il buio e la luce, per l’alto e il basso, la salute e la malattia. All’interno di ognuno di noi c’è bontà e crudeltà, attenzione e disinteresse, sensibilità e cinismo, nascita e morte. E tutto questo è il bello e il brutto dell’esistenza[/quote]

    tutto questo, che fa parte della natura umana come giustamente dici te, non impedisce a nessuno di noi di fare il bene ed agire con buon senso…se si ha interesse a volere il bene comune o perlomeno a non voler danneggiare il prossimo, ci si adopera affinchè sia così…le azioni dell’uomo sono dettate dai sentimenti che si provano ma anche dalla razionalità, altrimenti saremmo animali istintivi…

    e poi non ho detto che la serenità e la gioia debbano regnare assolute, ma nemmeno che debbano essere così rare come lo sono per la popolazione terrestre…

  20. siccome mi sta garbando sta discussione vi do’ un altro spunto: leggete il libro di Roberto Pinotti sui fenomeni BVM , che si ricollega al miracolo del sole di medjugorie e fatima che citavo prima. non è la bibbia, ma è piu interessante, almeno si sa chi l’ha scritta e sono citate le fonti e le prove 😉 ah, poi anche il libro di Laura Fezia , il titolo è “Fatima”. se vi garbano sti argomenti ve li presto pure io questi ed altri

  21. [quote name=”terzomondo”]
    … non impedisce a nessuno di noi di fare il bene ed agire con buon senso…se si ha interesse a volere il bene comune o perlomeno a non voler danneggiare il prossimo, ci si adopera affinchè sia così…
    [/quote]

    Credo che quando facciamo il bene ci piace pensare che sia un atto di bontà o di altruismo ma in realtà lo facciamo solo per compiacerci e per sentirci utili e realizzati. Anche in amore qualche psicologo ha detto che ci innamoriamo di noi stessi, mai dell’altro. Anche il bene comune e il pacifismo sono dettati principalmente dal bisogno che abbiamo di difendere noi stessi. A volte le immagini di guerra o di morte ci suscitano un momentaneo senso di paura e di ripudio, ma subito dopo ci dimentichiamo di quelle povere vittime e ritorniamo ai nostri umani (ed animali e quindi istintivi) bisogni ed egoismi quotidiani

  22. ti dico solo che per quanto possano risultare veritiere le spiegazioni tue e di quel qualche psicologo, il discorso non cambia…
    comportarsi con buon senso porta maggiori benefici rispetto all’agire egoistico…
    l’agire egoistico di coloro che occupano posti di potere incide maggiormente dell’agire egoistico di gente comune che per mantenere una famiglia lavora 10 ore al giorno…

    inoltre, ci sono persone che provano un vero disagio interiore quando vedono o semplicemente pensano alla guerra, alla morte, alla povertà, alle ingiustizie…sono i superficiali che invece provano soltanto la momentanea paura e il momentaneo senso di ripudio di cui ti riferisci…

    ribadisco: tutto questo … non impedisce a nessuno di noi di fare il bene ed agire con buon senso…se si ha interesse a volere il bene comune o perlomeno a non voler danneggiare il prossimo, ci si adopera affinchè sia così…

  23. [quote name=”terzomondo”]
    comportarsi con buon senso porta maggiori benefici rispetto all’agire egoistico…
    [/quote]

    D’accordo, ma non conosco nessuno che agisca solo con buon senso

    [quote name=”terzomondo”]
    l’agire egoistico di coloro che occupano posti di potere incide maggiormente dell’agire egoistico di gente comune che per mantenere una famiglia lavora 10 ore al giorno…[/quote]

    Va bene, ma non mi risulta che chi ha potere sia più egoista di chi non lo ha

    [quote name=”terzomondo”]
    inoltre, ci sono persone che provano un vero disagio interiore quando vedono o semplicemente pensano alla guerra, alla morte, alla povertà, alle ingiustizie…sono i superficiali che invece provano soltanto la momentanea paura e il momentaneo senso di ripudio di cui ti riferisci…[/quote]

    Io ai santi non ci credo

    PS – Io credo che il mondo non sia ne migliore, ne peggiore di mille anni fa. Sono cambiate molte cose, ma il bilancio fra gli opposti, secondo me, è sempre uguale a zero

  24. mmmm…o fai finta di non capire quello che scrivo o sono io ad avere grosse difficoltà di espressione 😛 …dove lo vedi scritto che chi ha potere è più egoista di chi non ce l’ha?…ho parlato di proporzioni, dicendo che l’agire egoistico di chi detiene il potere INCIDE maggiormente di chi non lo ha, per ovvi motivi!

    allo stesso modo dici di non conoscere nessuno che agisce [u]esclusivamente[/u] con buon senso…infatti, non stò parlando di condizioni radicali, o di formule matematiche o schemi omologati di ragionamento e comportamento…ognuno ha la sua misura…siamo tutti diversi, ognuno ha la sua testa e la sua coscienza, per questo si parla di buon senso; altrimenti parleremmo di una società iper-regolata dove vengono stabilite condotte morali ed etiche come avveniva negli anni dell’inquisizione cattolica o del fondamentalismo islamico.

    nessuno parla di santi, ma di persone con una coscienza interiore probabilmente diversa dalla tua (addirittura escludi che certe persone possano provare certe emozioni), senza dire se tale coscienza sia migliore o peggiore 🙂

    può anche essere che come dici te il bilancio fra gli opposti sia uguale a zero, ma resta il fatto che la strada per il male è sempre più corta e più facile da persegiire, perchè deve rispettare minori vincoli etici, morali, legislativi etc…

  25. [quote name=”terzomondo”]mmmm…o fai finta di non capire quello che scrivo o sono io ad avere grosse difficoltà di espressione 😛 …[/quote]

    O forse non capisco per miei limiti personali e non sarebbe la prima volta. E temo neanche l’ultima 🙂

    Quello che penso io è che a volte ci impegnamo troppo per cercare di modificare la realtà quando non c’è niente che si possa modificare. Fa parte del nostro istinto cercare di stare meglio procurandoci il cibo e quant’altro possa servire per la nostra esistenza. Ma il mondo non lo peggioriamo e non lo miglioriamo. E’ tutto regolato da sempre in modo che tutto si pareggi. Così è nel nostro intimo, nel nostro microcosmo interiore (alla fine le nostre gioie e le nostre angosce saranno pari) e così è se vogliamo vedere il mondo come un unico immenso qualcosa.
    Prendila con una risata terzo. Queste sono solo mie paranoie che non riesco ad esprimere bene, ma io ci credo 🙄

  26. @ minervaccia 😆 : non c’è nulla da moderare e che cavolo ci si stà confrontando!senza nessun rancore ovviamente! avevo messo la faccina apposta per tentare di far capire che era una cosa detta con leggerezza, ma mi scuso cmq se è sembrata poco rispettosa! 🙂

    @ snooparound: se la metti così, siamo in due ad esporre paranoie che probabilmente neanche vengono espresse chiaramente…ma in fondo, in qualcosa si dovrà pur credere!

  27. Me lo diceva ‘l mi babbo: studia! Ma la scuola purtroppo è quello che è. Di questo però parleremo alla prima occasione… 🙄

Lascia un commento