Skip to main content

La notte di Jacopo e Giacinta

assedio200Dice la leggenda che ogni anno alla mezzanotte del primo giugno il fantasma di una giovane donna esca dalla Fortezza per dirigersi verso il Valle e ricongiungersi con il fantasma di un giovane uomo che discende dal Poggio dell’Argentiera. Si tratta di Jacopo e Giacinta, due giovani abitanti di Porto S. Stefano che un triste destino divise il 9 maggio del 1646, giorno in cui avrebbero dovuto sposarsi.

(altro…)

Approfondisci

Asfodelo

Una fabbrica di alcool

AsfodeloRiallacciandomi all’articolo di Filippo sulla fabbrica delle sardine e alla richiesta di markmerenda di provare a produrre un liquore dal sarracchio, ho pensato di scrivere un articolo sulla fabbrica di alcool che era sorta a Porto S. Stefano a metà del 1800. Questo alcool era molto particolare poichè veniva ottenuto tramite distillazione dei tuberi di asfodelo, una  pianta della famiglia delle Liliaceae molto comune e abbondante su suoli aridi e rocciosi come i nostri.

(altro…)

Approfondisci

immag001a

Il parcheggio tradizionale

Una volta un mio collega mi disse: «sono venuto a Porto Santo Stefano con l’intenzione di fare una passeggiata sul lungomare, c’avrò messo mezzora per fare un chilometro, non sono riuscito a parcheggiare e me ne sono riandato.»

Vorrei trascurare del tutto la disponibilità di posteggi del nostro paese e soffermarmi invece su “c’avrò messo mezzora per fare un chilometro”.

(altro…)

Approfondisci

paranze

Acquacoltura: la pesca del futuro?

Chi di voi facendo una passeggiata nella zona del porto non si è reso conto che negli ultimi anni il numero delle paranze ormeggiate è notevolmente diminuito, oppure non ha mai sentito persone lamentarsi di non prendere niente quando vanno a pescare?
I pescatori di professione e i dilettanti, o coloro che semplicemente amano nuotare con maschera e boccaglio, si saranno sicuramente accorti che qualche anno fa nel nostro mare c’erano molti più pesci e di conseguenza anche molte più paranze.

(altro…)

Approfondisci